Tradizione e futuro delle imprese artigiane.

Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi

17 maggio 2019  /  Attività sindacale

Misure di crescita urgenti - proposte

In sede di conversione in legge del provvedimento Confartigianato, nell’ambito di R.ETE. Imprese per l’Italia, ha promosso un pacchetto di emendamenti a contenuto fiscale volto ad introdurre ulteriori misure in grado di incidere positivamente sulla crescita

Il decreto legge n. 34/2019 introduce, sotto il profilo della politica economica, misure necessarie, da un lato, a stimolare gli investimenti e, dall’altro, a rimuovere o fluidificare il contesto entro il quale si muovono le imprese per il loro rilancio competitivo sui mercati nazionali e internazionali.

Confartigianato, nell’ambito di R.ETE. Imprese Italia, valuta, positivamente la riattivazione di alcune politiche adottate in precedenza e che hanno dimostrato di ben funzionare, restituendo risultati significativi al sostegno agli investimenti in beni strumentali anche attraverso il recupero delle misure di maggiorazione dell’ammortamento per gli stessi.

La Confederazione sollecita, però, l’introduzione, in sede di conversione del decreto legge, di ulteriori misure fiscali in grado di incidere positivamente sulla crescita. In particolare, ritiene necessario intervenire con obiettivi precisi di semplificazione o esonero anche totale dagli adempimenti nell’ambito di una nuova strategia di controllo che punti ad utilizzare al meglio la tecnologia. In merito alle singole misure, Confartigianato propone:

  1. con riguardo alla disciplina del superammortamento, di ricomprendere nell’agevolazione anche i veicoli ora esclusi;
  2. di rendere totalmente deducibile l’IMU corrisposta sugli immobili strumentali a decorrere dal periodo di imposta 2023;
  3. di modificare le attuali modalità di determinazione del reddito per i soggetti forfetari secondo le regole previste per i soggetti in contabilità semplificata;
  4. di eliminare la previsione normativa circa la possibilità di trasformare le detrazioni fiscali per riqualificazione energetica ed antisismica in contributi, sotto forma di sconto sul corrispettivo, poiché potrebbe determinare forti discriminazioni nei confronti di imprese edili di minori dimensioni;
  5. di innalzare la soglia del volume di affari, da 400.000 euro ad un milione di euro, ai fini dell’obbligo della memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi dal 1° luglio 2019 o, in alternativa, l’abrogazione dell’avvio anticipato al 1° luglio 2019, posticipando per tutti l’avvio al 1° gennaio 2020;
Notizia 53 di 230

Ricerca notizie

Appuntamenti

‹‹  Agosto 2019  ››

LMMGVSDLMMGVSDLMMGVSDLMMGVSDLMMGVS

12345678910111213141516171819202122232425262728293031

Confartigianato Imprese
Valle d’Aosta
Località Grand Chemin, 30
11020 Saint Christophe (Ao)
PI 00603360074

Orari
degli uffici


Associazione
dal lunedì al venerdì
08:00 - 13:00 / 14:00 - 17:00

I nostri recapiti
telefonici e mail


Associazione
tel. +39 0165 36 10 01
fax +39 0165 34 905
mail info@confartigianatovda.it
mail fatturaelettronica@confartigianatovda.it
mail mepa@confartigianatovda.it

Paghe
tel. +39 0165 51 61 31
mail paghe@confartigianatovda.it

Contabilità
tel. +39 0165 36 10 01
fax +39 0165 34 905
mail contabilita@confartigianatovda.it
mail infopratiche@confartigianatovda.it