Tradizione e futuro delle imprese artigiane.

Ombre e luci della legge di bilancio 2018

11 gennaio 2018  /  Normativa

Disattese le richieste di Confartigianato

Palazzo di Montecitorio, Roma

La legge di bilancio 2018, approvata dalla maggioranza parlamentare, ha disatteso, in gran parte, le richieste avanzate da Confartigianato a favore delle piccole e medie imprese.

Non aver approvato l’aumento delle franchigie IRAP e respinto la completa deducibilità dell’IMU significa aver mantenuto ancora alta la tassazione sulle piccole imprese. Se poi aggiungiamo il differimento dell’entrata in vigore del IRI (imposta sul reddito dell’Imprenditore), che è la “flat tax” per le imprese personali, nate con l’obiettivo di allineare all’IRES la tassazione dei redditi di impresa prodotti da imprenditori individuali e società di persone, per un valore di 2 miliardi, ci si rende conto che poco è stato fatto a favore delle piccole imprese. Avevamo anche chiesto una diversa gestione per quanto riguarda il Sistri, ma anche qui ci siamo trovati difronte all’ennesima proroga. Lo stesso vale per la detrazione IRPEF per gli investimenti necessari al risparmio energetico che passa dal 65 al 50% per la sostituzione o il montaggio di infissi e l’installazione di schermature solari. Da sottolineare positivamente il credito di imposta per le imprese e lavoratori autonomi che investono in campagnie pubblicitarie su quotidiani e periodici radio e tv locali.

Con l’approvazione che decorrerà dal 1° gennaio 2019 è esteso l’obbligo di fatturazione elettronica anche alle operazioni di cessione/prestazione verso soggetti privati residenti o stabili nello Stato; ciò riguarderà tutti i titolari di partita iva.

La proroga del super e iper ammortamento, pur con risorse inferiori alle attese, è positivo; ciò vale anche per la sterilizzazione degli aumenti dell’aliquota iva. Anche il bonus verde relativo alla detrazione del 36% fino a € 5.000 per chi effettua la sistemazione del verde, di aree scoperte e le pertinenze delle unità modulari; giardini, terrazzi, balconi è da condividere.

L’alleggerimento degli adempimenti del nuovo spesometro viene incontro alle nostre esigenze, così come riordino del calendario fiscale, che evita l’intasamento delle scadenze fiscali e l’incognita di proroghe e rinvii dell’ultimo minuto.

Continueremo comunque la nostra azione per far approvare quei provvedimenti che sono stati lasciati cadere e che rappresentano la parte più importante delle nostre richieste sotto l’aspetto economico.

Aldo Zappaterra

Segretario Confartigianato

Scarica l'infografica del bilancio 2018

Notizia 5 di 12

Ricerca notizie

Appuntamenti

‹‹  Gennaio 2018  ››

LMMGVSDLMMGVSDLMMGVSDLMMGVSDLMM

12345678910111213141516171819202122232425262728293031

Confartigianato Imprese
Valle d’Aosta
Località Grand Chemin, 30
11020 Saint Christophe (Ao)
PI 00603360074

Orari
degli uffici


Associazione
dal lunedì al venerdì
8:30 - 12:30 / 14:00 - 18:00

Corsi
dal lunedì al venerdì
8:30 - 12:30 / 14:00 - 16:00
chiuso il mercoledì pomeriggio

I nostri recapiti
telefonici e mail


Associazione
tel. +39 0165 36 10 01
fax +39 0165 34 905
mail info@confartigianatovda.it

Corsi
tel. +39 0165 36 10 01
telefonare dalle 14:00 alle 18:00

Paghe
tel. +39 0165 36 10 01
mail paghe@confartigianatovda.it

Contabilità
tel. +39 0165 36 10 01
tel. +39 0165 23 03 78
fax +39 0165 34 905
mail cbosso@confartvda.it